Brusuglio e la Villa Manzoni

Brusuglio e la Villa Manzoni

Brusuglio si trova a pochi passi da Cormano, di cui rappresenta una frazione.

Un poco di storia

Le origini del borgo risalgono al 1346, quando il territorio di Milano venne suddiviso. Durante il periodo del regno di Napoleone, il comune apparteneva a Bruzzano, solo successivamente e grazie all'opera degli austriaci, Brusuglio riacquistò autonomia, in conseguenza all’istituzione del Regno Lombardo-Veneto. A metà dell'800, Brusuglio aveva quasi 600 abitanti, dieci anni più tardi ne aveva quasi 700.

Fu nel 1871 che Brusuglio venne cancellato come comune, e venne unito al vicino comune di Cormano.

Brusuglio e Manzoni

20180717 sm2 corpo1Carlo Imbonati, il cui nome è indissolubilmente legato ad alcune famosissime composizioni poetiche, visse per tanti anni nella villa di Brusuglio.

Nel 1792 Carlo Imbonati iniziò una lunga convivenza con Giulia Beccaria, che si era separata dal marito.

20180717 sm2 corpo2Giulia Beccaria era la madre di Alessandro Manzoni, ed ereditò, dopo la morte del convivente la villa di Brusuglio.

In questa villa, Manzoni trascorse la maggior parte delle sue estati.

La villa, infatti, era la residenza estiva di Manzoni, il quale viveva durante il resto dell'anno nella città di Milano (in via Morone) insieme alla sua famiglia.

20180717 sm2 corpo5La villa di Busuglio è molto importante perché, nel 1821, proprio in questo luogo, Alessandro Manzoni diede inizio alla sua più importante opera "I Promessi Sposi" e sempre qui eseguiva i suoi esperimenti ed effettuava le sue osservazioni di botanica.

Nel cimitero del borgo di Brusuglio è possibile visitare la tomba della famiglia di Alessandro Manzoni dove riposano sia la madre dello scrittore, sia la moglie, la ben nota Enrichetta Blondel.

La villa di Brusuglio

Come è stato detto, la villa di Manzoni è stata, per molto tempo, proprietà dei Conti Imbonati che edificarono quella che ad oggi è considerata la parte più antica della villa alla fine del 1600.

Giulia Beccaria ereditò la villa alla morte di Carlo Imbonati, e nel 1810, iniziarono i lavori di restauro e di ristrutturazione della villa, che stava cadendo in rovina.

Alessandro Manzoni seguì con molto scrupolo i lavori di restauro, che furono portati avanti dall'Arch. Gottardo Speroni, e a questo periodo risale l'edificazione del corpo centrale della vita.

I lavori di restauro portarono alla unione di due fabbricati e la Villa, che aveva un tempo caratteristiche tipicamente italiane, acquistò un aspetto architettonico dallo stile prettamente francese che i visitatori possono notare ammirando la facciata e la sua fontana dal cancello principale.

20180717 sm2 corpo4

Manzoni, durante il restauro, si dedicò alla realizzazione di un grande parco. Questo perché lo scrittore amava passeggiare, e passava molto tempo nei viali alberati della villa. Qui, coltivò anche la sua passione per la botanica, e piantò vari alberi che ancora oggi si possono ammirare.

Tra quei platani e quei castagni, tra le magnolie e i faggi, tra le ortensie e le acacie, l'estro e la fantasia del poeta si ispiravano e da lì ebbe origine la produzione di grandi opere.

20180717 sm2 corpo7

La villa oggi

Oggi la Villa è ancora occupata discendenti della famiglia di Manzoni e la villa e il suo parco non hanno cambiato il loro aspetto nel tempo, anzi i visitatori possono ancora respirare l'aria che respirava Manzoni, ammirare le stanze in cui passò la vita lo scrittore, dove maturò come scrittore, ma anche come architett o e come botanico.

20180717 sm2 corpo6

Scaffali manzoniani. La biblioteca della Villa Manzoni a Brusuglio

20180717 sm2 corpo3Nella villa, caratterizzata da pavimenti in cotto originale, da soffitti a cassettoni, e da un grande camino seicentesco, si organizzano ricevimenti, ma anche mostre, pranzi di lavoro, cene di affari.

Sono numerosi i congressi e le riunioni che hanno luogo in questo luogo di antico splendore.

Inoltre, le sale della Villa, grazie alla loro bellezza, sono diventate cornice per ricevimenti, ma anche feste, sale per matrimoni, battesimi, grazie anche al fatto che la villa ospita fino a 200 persone.

Brusuglio e la villa di Manzoni: due luoghi incantevoli da visitare.

Lunedì, 16 Luglio 2018. Postato in Life Style

Contatti

SviluppoManageriale è un portale realizzato da:
MLC Consulting SRL
Sede Legale: Via Stilicone 12 20154 Milano
Tel: +39 02 33220352
Fax: +39 02 73960156
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Chi Siamo

SviluppoManageriale vuole essere uno strumento di diffusione delle conoscenze relative alla gestione aziendale (Marketing, vendite, sviluppo delle Risorse Umane, supply chain e controllo di gestione) e un punto di incontro tra diversi attori ... leggi tutto