Da ErgonGroup proposte e soluzioni per convertire le eccedenze alimentari in valore

Da ErgonGroup proposte e soluzioni per convertire le eccedenze alimentari in valore

Spreco alimentare: da problema a risorsa per imprese e comunità
Dalla Legge Gadda 166/16 ad un metodo di approccio aziendale collaudato (Lean Excellence 4.0) per efficientare l’economia globale, ridurre gli sprechi e migliorare i processi produttivi.

Ottobre 2018 - “Quello dello spreco alimentare è una problematica che presenta risvolti di natura economica e sociale. Prendere consapevolezza che il cibo rappresenta una risorsa preziosa e che va quindi salvaguardata e valorizzata in tutta la filiera alimentare, può portare vantaggio a imprese e comunità”. Questo il pensiero di Daniele Della Bianca, Presidente di ErgonGroup, che, forte del suo know how nella consulenza e formazione per le imprese, ha recentemente organizzato, in collaborazione con Crédit Agricole FriulAdria, un convegno al Polo Tecnologico di Pordenone coinvolgendo professionisti, imprenditori, operatori, associazioni di settore e istituzioni.

Dalla produzione, alla trasformazione, fino alla distribuzione e somministrazione, almeno un terzo degli alimenti prodotti nel mondo non viene consumato per un valore complessivo di circa 580 miliardi di euro. Questo valore equivale a un territorio produttivo delle dimensioni di Canada e India messe insieme. In Italia ogni anno lungo la filiera alimentare ci sono 5,60 milioni di tonnellate di cibo prodotte in eccedenza. Il 64 per cento delle eccedenze si registrano nel settore primario, il 5 nella fase di trasformazione del prodotto, il 24 nel processo di distribuzione al consumatore e 7 nella ristorazione. Il 91,4 per cento delle eccedenze non viene recuperato ma diviene spreco per un valore pari 12,6 miliardi di euro.

Questi i numeri emersi durante l’incontro che fortunatamente però si stanno assottigliando grazie anche agli strumenti che intercettano la necessità di fare impresa in maniera diversa e che portano anche a nuove forme d’innovazione. Ed è qui che entra in campo la normativa 166/16, la cosiddetta “Legge Gadda”, “la prima legge – come ha sottolineato direttamente l’onorevole Maria Chiara Gadda, firmataria della normativa - pienamente coordinata con l’importante riforma del terzo settore. Una legge particolarmente semplice ed interessante perché comprende e coinvolge diversi aspetti per la vita e lo sviluppo del Paese intervenendo sulla sostenibilità ambientale, economica, sociale e imprenditoriale. Si parla di prevenzione, recupero e donazioni migliorando la reputazione aziendale delle imprese che possono usufruire di riconoscimenti fiscali".

Una legge che prevede benefici per tutto il sistema e che sta già dando nuova linfa alle iniziative. Iniziative messe in evidenza anche dal segretario della Fondazione Banco Alimentare, Marco Lucchini, il quale ha sottolineato come la coscienza, la volontà di donazione e la legislazione stiano aiutando a far crescere una “filiera di solidarietà”, tant’è che per quel che riguarda l’intensità di recupero delle eccedenze in Italia si è passati dal 9 per cento del 2015 al 20 per cento del periodo 2016-2017, grazie anche alle innovazioni tecnologiche attuate dalle aziende.

Innovazioni e processi di sviluppo aziendali che conoscono bene in ErgonGroup. Gabriele Olivo, Responsabile dell’Area Organizzazione Aziendale, Lean e Project Management”, attraverso il Lean Excellence 4.0, supporta le imprese nell’efficientamento dei processi aziendali e, quindi, nella riduzione gli sprechi.

Un metodo che interviene su impianti, prodotti, materie prime e organizzazione di squadra al fine di raggiungere l’eccellenza operativa, ottimizzando i processi ed eliminando le perdite di produttività.

Un sistema già messo in atto con successo da diverse aziende dell’industria alimentare a livello internazionale.


ErgonGroup

Con oltre 2.000 clienti seguiti e con un’offerta trasversale per servizi e strumenti di finanziamento utilizzati, ErgonGroup è un riferimento per la formazione finanziata e la consulenza in azienda nel Nord e Centro Italia.
Il Gruppo è composto da 70 dipendenti e dispone di proprie sedi accreditate e certificate in Veneto, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Marche e Toscana e di una importante rete di relazioni sul territorio con partner istituzionali e scientifici.
L’indirizzo verso il mondo dell’innovazione e del trasferimento tecnologico, l’eccellenza nella formazione e l’ampia gamma di servizi di consulenza strategica creano un’offerta allineata alla mission aziendale nell’aiutare le aziende a crescere. Il Gruppo opera su 12 aree di intervento che garantiscono un aiuto concreto e customizzato su tutti i processi aziendali.
Nel 2017 sono 40 mila le ore di formazione erogate in azienda a 5.000 allievi e una percentuale di approvazione del 90% dei progetti presentati sui principali canali di finanziamento nazionali.

www.ergongroup.it

Lunedì, 05 Novembre 2018. Postato in Life Style

Contatti

SviluppoManageriale è un portale realizzato da:
MLC Consulting SRL
Sede Legale: Via Stilicone 12 20154 Milano
Tel: +39 02 33220352
Fax: +39 02 73960156
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Chi Siamo

SviluppoManageriale vuole essere uno strumento di diffusione delle conoscenze relative alla gestione aziendale (Marketing, vendite, sviluppo delle Risorse Umane, supply chain e controllo di gestione) e un punto di incontro tra diversi attori ... leggi tutto