Il cognitive computing: un nuovo alleato nell'evoluzione delle tecnologie

Il cognitive computing: un nuovo alleato nell'evoluzione delle tecnologie

Ogni persona quotidianamente rilascia in rete contenuti pari ad un giga-byte, dati per ora in parte persi ma che ben presto saranno una vera e propria miniera d'oro per imprese e non solo. Tutto questo è possibile grazie al cognitive computing, ecco di cosa si tratta.

Cognitive computing e terza era dell'informatica

Il cognitive computing viene anche definito la terza era dell'informatica, si tratta di un sistema che riesce a mettere insieme le scienze cognitive che si occupano dello studio dei processi del cervello umano all'informatica. Volendo semplificare, è come se il computer riuscisse ad avere un cervello e fosse in grado di simulare il pensiero umano, al punto di connettere le informazioni acquisite a dati "globali" e di conseguenza trovare soluzioni a eventuali problemi.

Il computer attraverso algoritmi è in grado di eseguire data mining, cioè estrazione di informazioni, analisi, classificazioni delle informazioni stesse ed elaborazione del linguaggio naturale. Per elaborazione del linguaggio naturale si intende la capacità di analisi non solo di scritti, ma anche di foto, contenuto di video, insomma delle naturali fonti di linguaggio che comunemente un essere umano usa. In questo modo simula il pensiero umano e riesce a suggerire vere e proprie soluzioni, ma con la velocità tipica dei computer. Pochi millisecondi, secondo IBM, bastano ad analizzare una mole di dati inimmaginabile.

Questo è importante soprattutto quando devono essere prese velocemente delle decisioni e se fino a poco tempo fa ci si affidava all'istinto, ora si può fare affidamento ad un computer e a dati certi. Infatti, mentre l'essere umano è in grado si raccogliere, esaminare e trarre conclusioni dai dati in un lasso di tempo abbastanza lungo, il computer riduce di molto gli stessi. Questo è possibile anche grazie alla potenza di calcolo attuale dei computer che è molto più elevata rispetto a quella dei primi prototipi di sistemi di Intelligenza Artificiale.

Le applicazioni di cognitive computing

Le applicazioni del cognitive computing sono davvero tante. Tra le più importanti vi sono quelle mediche. Grazie a questo cervello informatico è possibile affiancare i medici nella delicata fase della diagnostica. Sia chiaro quindi non si parla di sostituire il robot ad un medico, ma di un qualcosa di molto più sofisticato e attendibile. Inserendo i dati provenienti da esami medici, analisi, sintomi, le app basate su cognitive computing sono in grado di fornire una sorta di probabile diagnosi che deve ovviamente essere verificata dal medico.

20180703 sm corpo1

In breve tempo il computer connette i dati immessi alle nuove ricerche scientifiche, in questo modo è possibile avere sempre una diagnosi veloce, all'avanguardia rispetto alle scoperte mediche e una terapia appropriata ed efficace.

Questa è solo una delle applicazioni previste, ma i sistemi di cognitive computing sono pensati anche per fini commerciali. Già ora i Big Data sono una realtà utilizzata dalle maggiori aziende. Cioè raccolta dei dati di navigazione in rete volti a fornire alle persone servizi in linea con le proprie ricerche. Prima ancora di interrogare il computer viene fornita una possibile risposta ad un bisogno che può essere anche latente.

Agli attuali sistemi si affiancano così virtual shopper in grado di trovare per il soggetto prodotti e servizi che rispondono alle sue esigenze sollevandolo dall'onere di estenuanti ricerche in rete. Questo perché il cognitive computing consente di analizzare tutte le informazioni che la persona lascia in rete e incrocia i dati per dare delle risposte personalizzate: è come se il computer fosse in grado di riproporre i percorsi cognitivi della persona che lo usa.

Questi sono solo alcuni esempi, infatti, le aziende che potrebbero essere interessate all'informatica di terza generazione sono davvero numerose e i primi ad utilizzare questi sistemi avranno sicuramente una marcia in più perché saranno in grado di distanziarsi dalle aziende in competizione.

La capacità di analisi di dati eterogenei (che con le tecniche classiche mai potrebbero essere analizzati in tempi considerati utili), aggregazione degli stessi, eliminazione di quelli inutili e non convergenti e quindi sintesi, potrà essere la chiave del successo. Il tutto senza oneri eccessivi, di sicuro inferiori a quelli necessari per assumere decine di unità di persone per raggiungere lo stesso obiettivo in tempi comunque più lunghi.

Le aziende che lavorano sul cognitive computing

Sul cognitive computing sono già stati lanciati progetti importanti da parte di IBM, Google e Cisco, aziende che possono essere considerate leader nel mercato dell'informatica. L'Italia non è tra i primi Paesi ad essere interessata ai progetti, ma è proprio qui che nascerà Watson Health, un centro di eccellenza che si occuperà soprattutto della salute oncologica, della ricerca sulle malattie neuro-degenerative e terapie virali.

In questo campo IBM vuole realizzare un circolo virtuoso di scambio di informazioni tra pubblico e privato al fine di migliorare diagnosi (soprattutto i tempi di diagnosi essenziali ai fini della prevenzione e della cura soddisfacente di molte patologie e soprattutto di quelle oncologiche) e cure.

In qualunque campo si voglia utilizzare un sistema cognitive computing è molto importante avere conoscenze multidisciplinari, cioè si deve essere in grado di gestire con abilità non solo le competenze necessarie alle proprie mansioni, ad esempio vendere elettrodomestici, ma anche una conoscenza approfondita dell'informatica. Solo in questo modo chiunque potrà godere a pieno dei vantaggi dell'informatica di terza generazione.

Lunedì, 02 Luglio 2018. Postato in Hard Skill, ITC

Contatti

SviluppoManageriale è un portale realizzato da:
MLC Consulting SRL
Sede Legale: Via Stilicone 12 20154 Milano
Tel: +39 02 33220352
Fax: +39 02 73960156
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Chi Siamo

SviluppoManageriale vuole essere uno strumento di diffusione delle conoscenze relative alla gestione aziendale (Marketing, vendite, sviluppo delle Risorse Umane, supply chain e controllo di gestione) e un punto di incontro tra diversi attori ... leggi tutto