Il Voucher per l'Innovation Manager

Il Voucher per l'Innovation Manager

Il Voucher Innovation Manager è costituito da un contributo a fondo perduto che, sotto forma di voucher, può venire utilizzato per l'acquisto di consulenze specifiche per le trasformazioni digitali e tecnologiche di piccole e medie imprese (PMI).

Che cos'é il Voucher Innovation Manager

Il voucher è un incentivo che offre l'opportunità di poter usufruire di servizi specifici di varia natura, precedentemente pagati.

Si tratta quindi di una particolare forma di pagamento, in quanto, presentando tali voucher(al posto del denaro) viene dimostrato che un determinato servizio (o prestazione) è già stato acquistato.

La figura dell'Innovation Manager si riferisce ad un professionista esperto nella gestione delle innovazioni digitali e che si occupa di rendere digitali i servizi ed i processi delle aziende interessate a tali trasformazioni.

Recentemente è stato pubblicato un decreto che prevede l'emissione di un voucher pari ad una cifra di quarantamila (40.000) euro per finanziare le imprese di piccole e medie dimensioni, che si servono dell'opera di tali professionisti.

Secondo recenti stime si calcola che potrebbero venire finanziati fino a settecento progetti all'anno per l'incentivazione di tale attività.

L'Italia, a tale riguardo, si trova al 24simo posto su 28 per quanto riguarda la competitività digitale e pertanto necessita di un'evoluzione di queste metodiche ormai diventate indispensabili per ogni azienda.

Secondo attendibili stime, la figura dell'innovation manager è quella di uno dei consulenti maggiormente richiesti dagli imprenditori nei prossimi anni, in relazione alle sempre più pressanti esigenze in ambito della comunicazione digitale.

Gli incentivi sotto forma di voucher, messi a disposizione dal MISE (Ministero dello Sviluppo Economico), hanno lo scopo di promuovere l'attività di questi professionisti, in grado di lavorare a differenti livelli operativi e prestazionali.

Il voucher è una sorta di finanziamento a fondo perso (previsto dalla Legge di Bilancio 145 emanata il 30/12/2018),per favorire le piccole e medie industrie in ambito di trasformazioni tecnologiche e digitali per la loro gestione organizzativa.

Per le piccole imprese il valore di tale incentivo è di 40mila euro; per le medie imprese è di 25mila euro e per le reti di imprese può arrivare fino a 80mila euro; si tratta di cifre considerevoli che, se utilizzate in maniera adeguata, sono in grado di incentivare efficacemente la produttività aziendale.

Spese comprese nel voucher

Il voucher è specificamente destinato all'ambito dell'innovation management, per finanziare la figura di un qualificato professionista che, inserito di solito temporaneamente nei quadri aziendali, è chiamato a supportare i processi di innovazione digitale mediante le più perfezionate tecnologie.

Gli ambiti di queste innovazioni tecnologiche comprendono vari settori, che sono:

  • prototipazione rapida;
  • realtà virtuale;
  • big data e analisi dei dati;
  • cyber security;
  • robotica avanzata;
  • robotica collaborativa;
  • sistemi cyberfisici;
  • sistemi di visualizzazione;
  • realtà aumentata (RA) e realtà virtuale (RV);
  • interfaccia uomo-macchina;
  • sviluppo digitale dei processi aziendali;
  • programmi di digital marketing;
  • programmi di open innovation;

il tutto finalizzato ad uno sviluppo digitalizzato dei processi aziendali.

Gli incentivi interessano anche l'applicazione di nuovi modelli organizzativi delle strategie di gestione aziendale, di aspetti commerciali e finanziari relativi alle quotazioni su mercati nonché l'utilizzo di strumenti finanziari digitalizzati.

Questo contributo, introdotto dalla manovra 2019, prevede l'acquisto di prestazioni e consulenze finalizzate allo sviluppo dei processi di trasformazione digitale, requisito fondamentale per un adeguato svolgimento delle mansioni aziendali.

A fronte di un iniziale impegno economico, la previsione di un'incentivazione nella produttività lascia prevedere rientri finanziari piuttosto cospicui e dipendenti dalle migliorate strategie di comunicazione.

Le spese ammesse dal contributo devono comunque venire sostenute a titolo di compenso per prestazioni e consulenze specialistiche, realizzate dall'innovation manager all'azienda, per una durata che non sia minore di nove mesi.

La figura dell'Innovation Manager

Il manager dell'innovazione è un professionista la cui formazione può essere di tipo scientifico, tramite conseguimento di un dottorato di ricerca in informatica, matematica, fisica, ingegneria, statistica ed economia.

In questi casi il consulente ha conseguito un master universitario specialistico (di secondo livello) che di solito gli consente di accedere ad incarichi annuali presso imprese che si occupano di tecnologie abilitanti.

Un'alternativa formativa è quella di un diploma di laurea magistrale, completato con tre anni (oppure, in alcuni casi, sette anni) di esperienza in questi settori.

Il decreto di legge indica anche i requisiti necessari per l'iscrizione all'albo dei professionisti qualificati ed abilitati a svolgere la professione di manager dell'innovazione, che, in alcuni casi, vengono proposti da società di consulenza aziendale.

Beneficiari del Voucher Innovation Manager

I beneficiari del voucher sono:

  • piccole e medie imprese (PMI)
    la categoria comprende imprese che occupano fino a 250 persone ed il cui fatturato annuo sia inferiore a 50 milioni di euro, oppure nelle quali il bilancio annuo totale non superi 43 milioni di euro;
  • reti di imprese (RI)
    viene contemplata questa possibilità a condizione che il programma preveda lo sviluppo di processi innovativi per la trasformazione digitale previsto dal Piano Nazionale Imprese (PNI).

Il contributo economico è comunque subordinato alla sottoscrizione di un contratto di consulenza tra le imprese e i manager di innovazione, che devono essere iscritti all'albo professionale istituito dal Ministero delle Sviluppo Economico.

Tali requisiti hanno lo scopo di tutelare entrambi le parti, allo scopo di realizzare una cooperazione proficua e finalizzata alla realizzazione di un progetto particolarmente efficace per potenziare il giro d'affari delle aziende interessate.

Decreto ministeriale 7 maggio 2019 - Voucher per consulenza in innovazione

Lunedì, 22 Luglio 2019. Postato in Gestione Aziendale, Hard Skill

Contatti

SviluppoManageriale è un portale realizzato da:
MLC Consulting SRL
Sede Legale: Via Stilicone 12 20154 Milano
Tel: +39 02 33220352
Fax: +39 02 73960156
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Chi Siamo

SviluppoManageriale vuole essere uno strumento di diffusione delle conoscenze relative alla gestione aziendale (Marketing, vendite, sviluppo delle Risorse Umane, supply chain e controllo di gestione) e un punto di incontro tra diversi attori ... leggi tutto