I buoni propositi HR per il 2016

I buoni propositi HR per il 2016

Il 2016 è appena iniziato e, nonostante i buoni propositi, una ricerca inglese portata avanti dalla rivista People Management ci racconta che i professionisti HR navigano ancora in cattive acque e dovranno fare molto per riportare la loro reputazione tra i dipendenti in buona luce.

La distanza tra chi si occupa di risorse umane ed i lavoratori appare infatti ampliarsi sempre più. Su 1.000 persone intervistate, un quarto sostiene di non sapere esattamente che attività svolga il reparto HR della propria azienda e di questi il 48% ammette di non aver avuto alcun contatto con questo dipartimento nell’ultimo anno.

Tra coloro che vi hanno avuto a che fare il 53% lo ha fatto solo per questioni pratiche e burocratiche come cambiare i propri dati bancari o simili (sento già le obiezioni: ma è un’indagine sulla realtà UK… Pensate davvero che in Italia le risposte sarebbero più confortanti?).

Appare forte l’esigenza per le HR di mettersi in luce e mostrare il valore reale del loro lavoro per tutto il business, avvicinandosi alla forza lavoro per supportarla al meglio.

Quindi cosa può fare chi si occupa di Risorse Umane per acquisire maggiore considerazione tra i dipendenti ed il management nell’anno che è appena cominciato?

1 – Riduci la burocrazia

Quanti compiti quotidiani ripetitivi e noiosi devi svolgere ogni giorno, sottraendo tempo prezioso ad attività maggiormente strategiche? Quante ore sprechi a riportare a ciascun collaboratore l’ammontare delle proprie ferie, o ad archiviare i certificati di malattia? Se ancora non ti sei dotato di un Software gestionale HR, l’inizio dell’anno è il momento giusto per dare un’occhiata a cosa offre il mercato.

La tecnologia si è evoluta rapidamente negli ultimi anni e le soluzioni esistenti oggi sono flessibili ed innovative, con costi spesso accessibili anche alle aziende che hanno poco budget da allocarvi.

Automatizzare processi come la gestione di ferie ed assenze o la distribuzione dei questionari di valutazione, nonché tutte le funzionalità self-service a disposizione dei dipendenti, consente di ridurre errori e sprechi di tempo. In questo modo potrai dedicarti ad attività a maggiore valore aggiunto che mettano in luce il tuo contributo alla crescita aziendale.

2 – Indaga le esigenze del management

Quali sono le priorità per quest’anno? Quali gli obbiettivi di crescita? L’azienda pensa di lanciarsi su mercati esteri? Assumere nuovi collaboratori? Cosa ci si aspetta dai dipendenti? Essere messo a parte degli obbiettivi fissati dalla leadership aziendale ti consentirà di muoverti nella giusta direzione.

Per esempio sarà più semplice fornire dati corretti per creare report funzionali all’analisi di alcuni aspetti chiave. Il team HR può mettere in atto bellissime pratiche di engagement, che risulteranno comunque poco utili se queste non vanno nella direzione condivisa con il management. Per questo è importante un confronto iniziale che assicuri un quadro chiaro e completo.

3 – Fai Networking

Il confronto è un’ottima via per stimolare il pensiero ed aiutarti a scoprire nuovi approcci ai problemi; perciò crea contatti costanti con chi ritieni possa avere spunti e suggerimenti interessanti, accetta con curiosità i consigli ricevuti, anche da chi ha una professionalità molto diversa dalla tua: potrebbe proporti un nuovo, utile punto di vista.

4 – Investi nel tuo sviluppo

L’approccio da avere nei confronti della tua crescita personale deve essere proattivo: troppo spesso gli HR si concentrano sulla crescita altrui trascurando la propria. Quest’anno non dimenticarti di te: pianifica un percorso formativo adatto alle tue esigenze ed al tempo a tua disposizione per portarlo a termine.

5 – Preoccupati del tuo benessere

Un altro aspetto che le HR spesso trascurano: il loro benessere: anche qui si dedicano a quello del team, incoraggiando ciascuno ad avere cura di sé, ma quanto poi si dedicano a loro stessi?

E tutti sappiamo che il benessere individuale è il motore di una squadra produttiva e coesa che può davvero fare la differenza nella crescita dell’azienda.

Perciò presta sempre attenzione ad un buon equilibrio vita-lavoro, non rinunciare alle tue ferie e non passarle a controllare le mail. Staccare completamente ogni tanto è l’unico modo per ritrovare la spinta necessaria.

 www.cezannehr.com/it

Lunedì, 25 Gennaio 2016. Postato in Risorse umane, Risorse umane, Soft Skill

Contatti

SviluppoManageriale è un portale realizzato da:
MLC Consulting SRL
Sede Legale: Via Stilicone 12 20154 Milano
Tel: +39 02 33220352
Fax: +39 02 73960156
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Chi Siamo

SviluppoManageriale vuole essere uno strumento di diffusione delle conoscenze relative alla gestione aziendale (Marketing, vendite, sviluppo delle Risorse Umane, supply chain e controllo di gestione) e un punto di incontro tra diversi attori ... leggi tutto