Il "galateo" dei moderni sistemi di comunicazione, email, messenger, whatsapp e social

Il

Il primo SMS della storia è stato inviato nel lontano 1992, da allora la tecnologia ha compiuto passi da gigante, modificando le abitudini di ognuno di noi e anche il linguaggio comune che ha visto nascere nuovi termini e modi di dire che sono proprio legati alla digitalizzazione.
Basti pensare che fino a qualche decennio fa termini come 'selfie' o verbi come 'postare' non esistevano nel vocabolario.
Il cambiamento che internet ha portato nelle nostre vite, quindi, non riguarda solo le abitudini ma anche il linguaggio e il modo di comunicare. Tutto ciò ha fatto sorgere la necessità di stabilire delle norme relative alla comunicazione che avviene tramite internet.

Poche regole per scrivere una buona email

Spesso i primi contatti di lavoro avvengono proprio tramite email, per questo motivo conoscere le regole che riguardano la comunicazione digitale è importante, essa infatti aiuta a fornire all'interlocutore una prima impressione, a partire dalla quale può dipendere il successo o l'insuccesso di una 'trattativa'.
Quando si scrive un mail dal contenuto formale è assolutamente importante non dimenticare di inserire l'oggetto. Esso serve ad identificare lo scopo del messaggio che può contenere una richiesta, delle informazioni oppure dei documenti in allegato.
Una delle regole d'oro riguardanti il galateo delle mail riguarda senza dubbio il rispetto della punteggiatura e della grammatica. Quindi è opportuno evitare errori ortografici o refusi, per fare ciò è consigliabile rileggere il testo più volte prima di inviarlo e ricorrere all'aiuto di Google, di un libro di grammatica o di un vocabolario se si hanno dei dubbi.
É segno di buona educazione non far attendere troppo l'interlocutore prima di rispondere ad una sua mail.

Inoltre, per facilitare la lettura, è consigliabile scrivere il testo del messaggio utilizzando parole semplici ed esprimendo i concetti con frasi dirette e usando periodi brevi.

I messaggi privati: regole di buona educazione

Quando si comunica con una persona utilizzando lo smartphone si sta entrando nella sfera privata, perché generalmente per le conversazioni formali il mezzo più utilizzato è l'email e non gli SMS o Whatsapp.
Per questo motivo alcune espressioni tipicamente formali, come 'cordiali saluti' o anche 'Egregio Sig.' risultano fuori luogo, per tanto è consigliabile non utilizzarle.
Con l'avvento di internet è possibile comunicare con chiunque a qualsiasi ora del giorno o della notte. Se da un lato questo aspetto può essere inteso come un pregio della digitalizzazione, dall'altro è sempre buona educazione ricordarsi di rispettare gli orari. Significa che se una comunicazione non è strettamente necessaria è preferibile attendere un orario consono in modo tale da non disturbare il destinatario della mail e di non sembrare scortesi.
Gli orari consigliati sono quelli tipicamente lavorativi, perciò non prima delle 8:00 di mattina e mai dopo le 22:00. Inoltre, è buona educazione aspettare la fine delle festività prima di inviare una messaggio, a meno che non sia urgente.

Il rispetto della privacy

Grazie o per colpa (dipende dai punti di vista) dei social, è possibile ottenere numerose informazioni relative alla vita, alle passioni, alle attività svolte da un determinato soggetto. Cercare informazioni che riguardano il nostro interlocutore, soprattutto se lo si conosce poco, non è un comportamento sbagliato o da evitare. Tuttavia, quello che potrebbe essere poco corretto è far capire all'altro di aver 'spiato' i suoi profili social e di essere a conoscenza di alcune informazioni che riguardano la sua vita privata. Un comportamento del genere è decisamente indiscreto e poco rispettoso e, per tanto, va assolutamente evitato.

Le conversazioni online e le emoji

Quando si utilizzano le chat per conversare con un soggetto è opportuno evitare di inviare tanti peridi spezzettati tra di loro perché appesantisce la lettura e infastidisce molto l'interlocutore.
La cosa migliore da fare in questi casi è elaborare il concetto che si vuole comunicare, scriverlo per intero (rispettando punteggiatura e grammatica) e poi inviarlo.
Spesso la vera grande difficoltà delle conversazioni per iscritto riguarda l'impossibilità di far comprendere a chi legge il tono del messaggio. Una frase, infatti, può essere ironica o arrabbiata e seria allo stesso tempo.

Come far capire al nostro interlocutore che siamo seri o che stiamo solo scherzando?In soccorso di chi scrive, arrivano le emoji.Si tratta di faccine espressive che accompagnano un pensiero messo per iscritto, aiutando così a comprendere il tono del messaggio e quindi il senso della conversazione.Tuttavia, non bisogna mai eccedere nell'utilizzo di emoticon perché si corre il rischio di essere poco maturi, inoltre l'interlocutore potrebbe anche pensare che non abbiate intenzione di conversare con lui.

Altra regola da ricordare è che non si risponde mai utilizzando solo le emoji senza scrivere nulla, un comportamento del genere è sinonimo di sciattezza e di poco interesse.
A chi non è mai capitato di ricevere auguri per Natale o per l'inizio dell'anno nuovo in cui il mittente si è limitato a scrivere un unico messaggio per poi inviarlo a tutti i suoi contatti? Rappresenta una cosa poco educata da fare perché è una modo di agire fin troppo sbrigativo e superficiale che è sempre meglio evitare.

Le comunicazIoni ai tempi dei social

Le comunicazioni sui social sono quelle che più di tutte si avvicinano alla lingua parlata. Che si tratti di commentare un post pubblicato su Facebook o su Tweeter poco importa, perché nel mondo dei social network le regole sono davvero poche. Per questo spesso e volentieri ci si imbatte in frasi razziste, sessiste, concetti conditi con parolacce di ogni genere, espressioni ingiuriose, bestemmie e chi più ne ha più ne metta.
Sebbene anche per questa categoria di messaggi valgono le regole relative alla buona educazione, come non essere offensivi e non essere volgari, purtroppo la realtà è ben diversa e troppo spesso ci si imbatte in questo tipo di messaggi.

Giovedì, 26 Luglio 2018. Postato in Soft Skill, Comunicazione

Contatti

SviluppoManageriale è un portale realizzato da:
MLC Consulting SRL
Sede Legale: Via Stilicone 12 20154 Milano
Tel: +39 02 33220352
Fax: +39 02 73960156
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Chi Siamo

SviluppoManageriale vuole essere uno strumento di diffusione delle conoscenze relative alla gestione aziendale (Marketing, vendite, sviluppo delle Risorse Umane, supply chain e controllo di gestione) e un punto di incontro tra diversi attori ... leggi tutto