Cosa hanno in comune un PC, un camion e un telefono?

Cosa hanno in comune un PC, un camion e un telefono?

Secondo il nostro ospite di oggi qualsiasi azienda che abbia almeno un PC, un camion e uno smartphone sarà in grado di trasportare merci con un livello di efficienza, automatismo ed organizzazione pari a quella dei più grandi gruppi del trasporto internazionale ad un costo incredibilmente basso. Come?

Per rispondere a questa domanda intervistiamo Filippo Cipiciani di PTV Italia Logistics, che ci spiega come le innovazioni nella logistica stiano andando più veloci di quanto molte persone credano.
[L’azienda tedesca PTV ha recentemente integrato i suoi due prodotti di punta per il trasporto: PTV Map&Guide Internet e PTV Navigator, per condensare in un solo processo l’organizzazione e l’esecuzione dei viaggi: a partire dagli indirizzi fino alla consegna.]


Partiamo subito con una domanda semplice: come fa un’azienda di trasporti a portare elettrodomestici francesi, usando un camion svedese e uno smartphone coreano con un navigatore tedesco .. nel minor tempo possibile?

I miracoli della globalizzazione, no? (Ride) E se ci pensa molte delle cose che ha elencato hanno già viaggiato parecchio prima e viaggeranno ancora dopo. La merce da far viaggiare c’è adesso e ce ne sarà sempre di più in futuro. Chiunque faccia trasporto merci questo lo sa: è un settore che non sarà mai in crisi più di tanto, nel lungo termine.

Però la crisi c’è stata e c’è ancora..

Per questo ho detto “a lungo termine”. Che crisi sarebbe se non colpisse il trasporto? Però c’è chi da questa crisi uscirà rafforzato e guadagnerà posizioni e chi invece resterà indietro. E questo è un peccato, perché quello del trasporto è invece un mondo con esigenze così specifiche e diversificate, oltre alla ovvia componente geografica, in cui ci sarebbe posto per tutti: grandi, medi e piccoli.

Quindi la logica del grande che mangia il piccolo nel trasporto non vale?

Esistono segmenti in cui le aziende medie e piccole non saranno mai sostituite. Oggi, con la tecnologia su misura, chiunque può ottenere i migliori risultati possibili per la sua dimensione e personalizzare il servizio con pochi investimenti. Molti pensano alla tecnologia come una cosa che rende tutto standard, oppure che funzioni solo sui grandi numeri. Questo non è più vero da un pezzo: oggi per esempio anche la tecnologia specifica per l’autotrasporto è flessibile, si adatta all’esigenza ed è semplice da usare.Pensi ai computer di 20 anni fa e agli smartphone di oggi.

A quale punto è questa tecnologia, invece?

Immagini di vedere tutti i magazzini sulla mappa e selezionarli direttamente, oppure di inserire diverse tappe e ottenere il giro più breve, anche in base allo specifico camion e quindi a tutti i divieti, alla comodità di manovra e al traffico di quel momento. Il nostro servizio Map&Guide queste cose le fa in due o tre clic, mentre l’utente ha sempre sott’occhio tutta la situazione.

Molti usano Google Maps, che è gratis.

È un ottimo prodotto senza dubbio, ma serve ad altri scopi. Nessuna delle cose che ho detto prima si possono fare in Google Maps. Inoltre, i percorsi non tengono conto che il viaggio lo faremo in un camion di 18 metri, né come comfort né come divieti. I prezzi di pedaggio non sono quelli dei camion quindi i preventivi sono più difficili da fare e non si possono ottimizzare le tappe o inserire orari di apertura per i magazzini. Maps è magnifico per molte cose, ma non per chi prende il trasporto merci sul serio.

20160706 ptv corpo

Però, come dicevo, è gratis. Quali sono i costi per un servizio come PTV Map&Guide?

PTV Map&Guide costa circa la metà rispetto a lavare un bilico: 49€ al mese. Tuttavia, consiglio sempre a tutti i nostri clienti di non smettere di lavare i propri camion.. (ride) Un camion pulito rimane un ottimo modo di presentarsi..
Tornando seri: se il trasportatore riesce a risparmiare il 15% tra minori spese di gestione e multe e penali evitate (prendo spunto da numeri fornite dai nostri clienti) può fare un prezzo leggermente più basso e contemporaneamente documentare spese tipo pedaggio e consumi, con report professionali generati in automatico. Così il costo più basso viene visto dal committente come maggiore efficienza e non come sintomo di mancata professionalità. Sono tutti più contenti.
Gli usi sono molti perché il programma è flessibile: un nostro cliente usa una licenza PTV Map&Guide solo per fare preventivi direttamente al telefono, potendo sapere quanto costerà a loro il viaggio in termini di spesa e di tempo.
E questo solo dal lato della pianificazione. L’autista è forse quello che ci guadagna di più: eviterà lo stress di rimanere bloccato in un incrocio stretto al centro di un paesino o di rifare 80km perché ha trovato un ponte troppo basso lungo la strada: i percorsi non solo saranno consentiti, saranno comodi!

L’autista? In molti casi le aziende di trasporto sono gestite proprio da qualcuno che fa o faceva l’autista e poi si è messo in proprio.

Esatto. È esattamente quello che intendevo prima quando dicevo che la tecnologia si adatta. Grazie alla recente integrazione con PTV Navigator, PTV Map&Guide trasforma qualunque pc in un hub logistico moderno adatto alla azienda di trasporto di medie dimensioni: le migliori mappe stradali sempre aggiornate, tutti i pedaggi, routing dinamico per camion con tutte le restrizioni e traffico in tempo reale. E una volta pianificati, i viaggi possono essere distribuiti ai rispettivi navigatori degli autisti in modo istantaneo senza complicazioni tecniche.
Per le piccole o piccolissime aziende la stessa persona può, in un solo flusso, definire il viaggio e ritrovarsi in mano un consuntivo già pronto da consegnare al committente e il navigatore già impostato pronto a partire! È un processo così veloce che ci vuole più a dirlo che a farlo.

PTV Navigator è un sistema stand-alone come un classico Garmin o un Tomtom?

No, si tratta di una app che gira su tutti i dispositivi Android. Abbiamo preferito questa strada perché richiede minor investimento da parte degli utenti e poi oggi quasi tutti hanno un telefono o un tablet che è perfettamente capace di fare da navigatore. Se ad uno piace lo schermo grande per tenere visibili tutte le informazioni, oggi ci sono tablet da meno di 100€.

Però essendo una app Android non ha bisogno di collegarsi ad internet?

Non ha bisogno di collegarsi ad internet per navigare: le mappe sono tutte all’interno del dispositivo. Bisogna collegarlo solo all’inizio per scaricare i pacchetti di mappe. L’unica cosa per cui è necessaria la connessione internet è il traffico in tempo reale, ma per quello non riesco a pensare a una soluzione migliore. (ride) Una volta mi ha chiamato un utente che mi ha chiesto cortesemente come mai non riceveva il traffico in tempo reale via cavo. Dopo averci parlato un po’ ho capito che stava parlando del cavo per tenere il telefono carico collegato all’accendisigari.. Non voglio prenderlo in giro, era un signore molto educato e mi ha fatto sorridere. Era solo poco pratico con quelle che chiamava “diavolerie moderne”.

Cosa vorrebbe dire a coloro che pensano che queste sono effettivamente “diavolerie moderne” e che in fondo non servono a molto?

Forse è vero che sono diavolerie moderne. Però sono tutt’altro che inutili, quando sono abbastanza evolute, anzi sono comode e le persone le usano per fare prima e meglio. Molti si ricordano di quando ci si doveva fermare per consultare lo stradario. Qualcuno ne aveva più di uno perché non sempre erano aggiornati o non ci si fidava. Ci deve essere stato un periodo, qualche millennio fa, in cui persino avere una mappa era una diavoleria moderna. (ride) Battute a parte, ma rimanendo in tema: se un altro ha la mappa e tu non ce l’hai, è molto probabile che arriverà prima lui.

Ma è davvero così semplice? Tutti dicono che i programmi sono semplici e poi per utilizzarli devi fare un corso di un mese.

Consideri che PTV Map&Guide è un servizio web che si apre su qualsiasi browser e non va installato niente, quindi non possono saltare fuori problemi informatici o di amministrazione: può essere aperto dappertutto, su qualsiasi pc. Inoltre è tutto online, quindi tutte le posizioni dei magazzini o i propri veicoli saranno sempre a disposizione anche se lo apriamo da un pc diverso.
PTV Navigator è semplice come qualunque altra app. Si può scaricare da Google Play sullo smartphone o il tablet. Basta scegliere il tipo di camion e scaricare la mappa ed è pronta a partire.
Entrambe le soluzioni si possono provare gratuitamente per un periodo, comunque, quindi non ci sono scuse.

Si ringrazia PTV Group per la collaborazione

Giovedì, 24 Novembre 2016. Postato in hardskill, SUPPLY CHAIN E PROCUREMENT, Supply chain management

Contatti

SviluppoManageriale è un portale realizzato da:
MLC Consulting SRL
Sede Legale: Via Stilicone 12 20154 Milano
Tel: +39 02 33220352
Fax: +39 02 73960156
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Chi Siamo

SviluppoManageriale vuole essere uno strumento di diffusione delle conoscenze relative alla gestione aziendale (Marketing, vendite, sviluppo delle Risorse Umane, supply chain e controllo di gestione) e un punto di incontro tra diversi attori ... leggi tutto